GULASCH DI AGNELLO ALL’ANETO


Ingredienti

  • 750gr. agnello disossato,
  •  1 mazzetto odori da brodo
  • , 2 cucchiai farina,
  •  1 mazzetto prezzemolo,
  •  1 grossa cipolla, 
  • 1 bicchiere vino bianco, 
  • 1 spicchio d’aglio,
  •  4 grani pepe bianco,
  •  1/2 bicchiere panna acida,
  •  sale, 
  • maggiorana secca
  • , 2 cucchiai burro, 
  • 1 mazzetto aneto,
  •  pepe

Preparazione

Portate ad ebollizione 1lt. di acqua con gli odori, il prezzemolo, la cipolla e l’aglio tagliati

grossolanamente, i grani di pepe, una presa di sale e una di maggiorana, immergetevi la carne e fatela

cuocere per 1 ora e 30 min. Toglietela quindi dal brodo e tenetela in caldo, passando il brodo al

setaccio. Mettete in una casseruola il burro, aggiungetevi la farina e fatela colorire mescolando

sempre. Diluite col vino, aggiungete 1/4 abbondante di brodo e fate bollire lentamente per 5 min.,

sempre mescolando. Insaporite con un po’ di pepe e sale. Togliete il recipiente dal fuoco, unite la

panna acida e l’aneto lavato e tritato. Tagliate la carne a pezzi di circa 2 cm. e immergetela nella salsa.

Rimettete tutto sul fuoco ancora per 10 min., mescolando sempre e facendo attenzione che l’intingolo

non bolla mai.

Annunci

CINGHIALE AI TARTUFI

Ingredienti

  • 1kg. cinghiale, 
  • 3 tartufi di media grandezza,
  •  150 gr. prosciutto ,
  •  brodo q.b., 
  • 1 bicchiere vino bianco secco,
  •  1 cipolla, 
  • 1 spicchio d’aglio,
  •  1 mazzetto prezzemolo,
  •  aceto vino rosso,
  •  burro, 
  • sale,
  •  pepe

Preparazione

Lavate il cinghiale con l’aceto e dopo averlo acuratamente asciugato, mettetelo in una casseruola insieme con una

grossa noce di burro, la cipolla sottilmente affettatata e il prosciutto tagliato a dadini. Fatelo rosolare rivoltandolo

frequentemente finchè acquisterà un bel colore dorato, quindi salate e aggiungete due mestoli di brodo, il vino, il

prezzemolo e l’aglio puliti e tritati, un pizzico di pepe. Appena il sugo si sarà ben ristretto (circa 15 minuti prima di

togliere il cinghiale dal fuoco) aggiungete i tartufi precedentemente puliti con cura e tagliati a sottili fettine con il

tagliatartufi. Lasciate insaporire per qualche minuto e infine servite il cinghiale ben caldo su un bel piatto di portata

accompagnato da verdure fresche e cotte di stagione.

Trippa in umido


– Ingredienti:

  • 500 gr trippa precotta,
  •  2 l acqua,
  •  1 dado a base di carne, 
  • una piccola cipolla, 
  • sale, 
  • succo di un limone, 
  • 2 tuorli, 
  • 100 gr panna da cucina, 
  • prezzemolo tritato, 
  • 2-3 spicchi d’aglio.

– Preparazione:

Si porta a bollore l’acqua, si aggiunge la cipolla intera ben lavata spuntata e tagliata in 4, il dado, la

trippa,l’aglio schiacciato in camicia. Si cuoce a fuoco dolce per 30 minuti e la tripa e cotta. In una

ciotolina si amalgamano i tuorli con la panna e 3-4 cuchiaiate di brodo bollente mescolando sempre, si

aggiunge al brodo con la trippa con il succo di limone e il prezzemolo.

Gratin di pasta

Ingredienti

  • 320 gr di pasta
  • 200 gr di funghi misti surgelati
  • 5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • 1 cipolla media
  • 100 gr di polpa di manzo tritata
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • brodo di carne
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 100 gr di mozzarella
  • 2 cucchiai di grana padano grattugiato
  • sale
  • pepe

Tritate la cipolla ne fatela appassire in una casseruola con 2 cucchiai d’olio caldo. Unite la carne,

lasciatela cuocere per qualche minuto mescolandola spesso con un cucchiaio di legno, poi bagnatela

con il vino e fatela evaporare. Insaporite con un pizzico di sale e un macinata di pepe; coprite il

recipiente e lasciate cuocere a fuoco dolce per circa 30′. Se necessario, aggiungete un pò di brodo

durante la cottura.

Scaldate altri 2 cucchiai d’olio in una padella larga antiaderente con l’aglio tritato, unitevi i funghi,

lasciateli insaporire per qualche minuto, fino a quando si saranno scongelati completamente. Salate,

pepate, coprite e proseguite la cottura per 15′ a fuoco basso, bagnando se necessario con un pò di brodo

caldo.

Lessate le eliche in abbondante acqua bollente salata e scolatele piuttosto al dente. Mettete nella

padella con i funghi e aggiungete la carne, la mozzarella tagliata a cubetti e il prezzemolo tritato.

Mescolate bene, trasferite tutto in una pirofila unta con l’olio rimasto, cospargete la superficie con il

grana e cuocete in forno già caldo a 200° per 10-15′. Togliete la pasta dal forno e lasciatela riposare per

qualche minuto prima di servirla.

Torta salata

Ingredienti
per la pasta brisée:

  • 200 gr di farina bianca

 

  • 100 gr di burro

 

  • 15 gr di grana grattugiato

 

  • sale

 

  • pepe

per la farcia:

  • 1 kg di aparagi

 

  • 150 gr di burro

 

  • 60 gr di farina bianca

 

  • un uovo

 

  • un  cipollotto

 

  • mandorle a lamelle

 

  • olio extravergine d’oliva

 

  • sale

 

  • pepe

Per la pasta brisée: intridete la farina con il burro morbido, strofinando gli ingredienti tra le mani per

ottenere un mucchio di briciolame da impastare rapidamente con 50 gr di acqua, il grana, sale e pepe.

Fate riposare la pasta in frigo per 30 minuti, avvolta in un foglio di pellicola.

Per la farcia: riducete gli asparagi a rondelle (tranne quattro) e fateli cuocere in padella con un

cipollotto tritato, sale, un filo d’olio e un mestolino d’acqua.

Usando la frusta elettrica, montate a crema il burro, poi incorporatevi l’uovo, la farina di mandorle, la

farina bianca, sale e pepe, ottenendo un composto, soffice.

Con la pasta brisée, stesa a 3 mm di spessore, rivestite uno stampo basso a bordi lisci di 23 cm di

diametro e disponetevi gli asparagi a rondelle; spalmatevi sopra il composto cremoso per “chiudere” la

torta, guarnitela con i quattro aparagi tenuti da parte, scottati e divisi a metà per il lungo,

infornate a 180° per 40 minuti. Servite la torta ancora tiepida.

Astice in Bellavista

Ingredienti:

  • 1 astice di circa 1 kg;
  • 6-8 fondi di carciofo;
  • 300 gr. di peperoni
  • 4 uova sode;
  • polpa si pomodoro o sugo preparato in precedenza
  • 1pizzico di capperi;
  • ravioloni  cotti molto al dente
  • 1 cespo dilattuga.
  • 30 gr. di burro;
  • 1 carota;
  • 2 cipolla;
  • 1 litro di vino biancosecco;
  • 1 litro di acqua;
  • 1 mazzetto diprezzemolo
  • ; alloro
  • timo
  • ;sale
  • pepe in grani.

Preparazione:

In una grande casseruola fate imbiondire,

con il burro, la carota e le cipolle affettate;

versatevi il vino e l’acqua, il prezzemolo,

alloro e timo, sale e pepe.Fate prendere il

bollore, poi immergetevi l’astice (cercando

di non rompere le antenne) possibilmente

viva, fatela cuocere per 20-25 minuti e

lasciatela raffreddare nel brodo di cottura.

Intanto fate cuocere i fondi di carciofo,

surgelati o in scatola, in acqua bollente

salata, scolateli e, quando saranno freddi,

i peperoni motete metterli crudi  e tagliati a pezzettoni nella padella ,

con la meta’  della polpa. Tagliate le

uova a metà, togliete i tuorli, passateli al

setaccio mescolateli con il sugo e

con i capperi, poi con questo composto

lasciate da partel. Fate lessare i ravioli,

sfateli insaporire con il sugo e poco prima avete ripassatao anche l’astice che poi togliete  ,

disponetelo da un lato su un piatto da portata ovale, formando un, poi copritene tutta la

superficie con il sughetto.Prendere

l’astice, appoggiatela con il dorso

su un telo e con le forbici tagliatela

longitudinalmente dalla coda alla

testa.Estraetene delicatamente la polpa

tenendola intera, poi tagliatela a fette

regolari. Disponete il guscio dell’astice sul

piatto da portata con la testa appoggiata

sullo zoccolo di riso copritene il dorso con le

fette di polpa leggermente sovrapposte e

decoratele come gradite o lasciate cosi semplice